iPhone 12, come sarà e quando arriverà? Tutto quello che sappiamo

iPhone 12, come sarà e quando arriverà? Tutto quello che sappiamo

Manca ormai poco all’annuncio dei nuovi iPhone che, presumibilmente, verranno accompagnati dal numero 12 qualora Apple abbia deciso di seguire lo stesso schema di denominazione utilizzato per gli iPhone dello scorso anno.

L’annuncio è atteso per settembre, più precisamente il 15 se ci dovessimo affidare alle consuetudini di Apple che sceglie solitamente un martedì. Sembrerebbe meno probabile che possa essere stato scelto il 10 settembre, data emersa nelle scorse settimane da una “prova tecnica” di streaming su YouTube. Le ultime indiscrezioni, tuttavia, punterebbero ad uno slittamento.

QUANDO ARRIVERANNO?

Che iPhone 12 potesse essere in ritardo già lo si sapeva: lo aveva comunicato Apple stessa, parlando di uno slittamento di “poche settimane“. Poi alcuni problemi nella produzione delle fotocamere hanno fatto temere che i tempi potessero dilatarsi ulteriormente, rischio che a quanto pare non dovrebbe palesarsi.

Quando arriveranno i nuovi iPhone? A cercare di rispondere ci ha pensato Jon Prosser, che su Twitter ha pubblicato un post in cui ha riportato le “nuove date rivedute di Apple” che riguardano anche Apple Watch e iPad

  • Apple Watch e iPad: annuncio tramite comunicato stampa nella settimana del 7 settembre (8 settembre per la precisione)
  • iPhone: evento nella settimana del 12 ottobre
    • iPhone 12 e 12 Max: preordini nella settimana del 12 ottobre, spedizioni nella settimana del 19 ottobre
    • iPhone 12 Pro e 12 Pro Max: preordini e spedizioni a novembre

Una nota è doverosa: si tratta di rumor – anche lo stesso Prosser non esclude che ci possano essere variazioni.

Gli iPhone 12, li chiamerò così in questo articolo, dovrebbero portare importanti novità sia per quanto riguarda l’hardware interno che il design restato quasi invariato rispetto all’iPhone X lanciato nel 2017. Sono attesi per il 2020 ben quattro iPhone con tre diverse dimensioni di display: 5.4, 6.7 e due da 6.1 pollici. Secondi indiscrezioni, ci saranno due versioni PRO, con display da 6,7 ​​pollici e 6,1 pollici e con una tripla fotocamere posteriore, e due iPhone di fascia inferiore da 5,4 e 6,1 pollici con doppio sensore posteriore.

  • iPhone 12 con display OLED (Samsung con supporto Y-OCTA) da 5.4″ con risoluzione di 2340 x 1080 pixel e densità di 475 ppi.
  • iPhone 12 Max con display da 6.1″ OLED (Boe/LG) con risoluzione di 2532 x 1170 pixel e densità di 460 ppi.
  • iPhone 12 Pro con display da 6.1″ OLED (Samsung) XDR e ProMotion con risoluzione di 2532 x 1170 pixel e 460 ppi.
  • iPhone 12 Pro Max da 6.7″ OLED (Samsung con supporto Y-OCTA) XDR e ProMotion con risoluzione di 2778 x 1284 pixel e 458 ppi.
  • A differenza degli scorsi anni, tutti gli iPhone 12 avranno un display con tecnologia OLED. Solo sui PRO ci potrebbe essere una frequenza di aggiornamento variabile “ProMotion”. Questa tecnologia è già stata adottata da qualche anno sugli iPad Pro e consente di regola dinamicamente il refresh rate del display, fino a 120Hz, a seconda dei contenuti visualizzati offrendo uno scorrimento più fluido ed una maggiore reattività.

    Su iPad Pro, la frequenza di aggiornamento cambia in base a ciò che viene riprodotto sul display per preservare la durata della batteria. Se stiamo guardando un film, scrollando un feed, una pagina web o stiamo giocando, ad esempio, la frequenza di aggiornamento potrebbe arrivare fino a 120Hz, ma se stiamo leggendo una pagina statica o stiamo guardando foto il frame rate si abbassa automaticamente al minimo.

    Ancora non è del tutto chiaro se questa funzione ci sarà o meno. Finora si è detto che ProMotion è previsto per il 2020 ma che Apple non lo aggiungerà qualora non venissero soddisfatti gli standard di durata della batteria. Altre indiscrezioni hanno puntato il dito sulla catena di approvvigionamento per quanto riguarda un possibile ritardo del lancio dei modelli Pro o addirittura sulla possibile decisione di scartare del tutto questa funzionalità. I componenti in questione sarebbero i driver ICs necessari per il corretto funzionamento dei pannelli a 120Hz.

    Non dovrebbero esserci sostanziali cambiamenti invece per il notch, la “tacca” che contiene tutti i sensori e le fotocamere TrueDepth per il riconoscimento tridimensionale del volto.

    La tecnologia Y-OCTA consente di modellare direttamente i circuiti touch sul pannello OLED senza la necessità di un layer separato che consente di ottenere un display più sottile e costi di produzione inferiori. In questi mesi sono anche circolate voci circa la possibile adozione della tecnologia LTPO a basso consumo per i display degli iPhone Pro. Questa tecnologia, già adottata su Apple Watch Series 5, permette di utilizzare fino al 15 percento in meno di energia rispetto all’LTPS ma sarebbe prevista per gli iPhone del 2021.

    BORDI PIATTI, UN RITORNO AL PASSATO

    Per il resto, dai disegni CAD da cui sono stati realizzarti anche dei modelli “dummy” utilizzati in modo particolare dai produttori di accessori, i nuovi iPhone avranno obiettivi della fotocamera posteriore leggermente più grandi, linee laterali delle antenne 5G più spesse, il cassetto per la SIM spostato sul lato sinistro, un ingresso tipo Smart Connector a destra (che potrebbe essere un’antenna), un foro in meno per l’altoparlante sul lato destro della griglia inferiore, il tasto di accensione posizionato leggermente più in basso e la porta Lightning che Apple continuerà a utilizzare al posto della USB-C. Dopo la colorazione verde dello scorso anno, risultata la più apprezzata dai consumatori, Apple potrebbe realizzare una nuova colorazione Blue Navy per i modelli Pro. Sugli iPhone 12, invece, ci sarebbero in arrivo diverse colorazioni tra cui azzurro, viola e arancione chiaro.

    APPLE A14, RAM E BATTERIE

    TSMC dovrebbe essere il produttore del chip Apple A14 a 5 nanometri che verranno utilizzati sugli iPhone 12. Il processo a 5 nanometri consente di ottenere processori più piccoli, più veloci e con una maggiore efficienza energetica e gestione termica.

    Il processore Apple A14 si focalizzerà sull’accelerazione delle attività di intelligenza artificiale e realtà aumentata offrendo un aumento delle prestazioni del 15% e una riduzione dei consumi di circa il 30% rispetto all’attuale Apple A13.

    Sugli iPhone 12 Pro ci dovrebbero essere 6GB di RAM contro i 4GB degli iPhone 12. La spazio di archiviazione minimo potrebbe salire a 128GB per i modelli Pro e restare a 64GB per i modelli di fascia inferiore.

    Le certificazioni delle batterie che potrebbero essere utilizzate sugli iPhone 12 di Apple indicano capacità inferiori (e più “economiche” secondo l’analista Ming-Chi Kuo) rispetto a quelle degli attuali iPhone 11. Ci sono notizie di una batteria da 2.227 mAh (probabilmente per l’iPhone da 5,4 pollici), una da 2.775 mAh (per iPhone da 6,1 pollici) ed una 3.687 mAh (per iPhone da 6,7 ​​pollici). Ricordiamo che iPhone 11 Pro ha una batteria da 3.046 mAh, l’11 Pro Max ha una batteria da 3.969 mAh e l’iPhone 11 ha una batteria da 3.110 mAh.

    Non è noto se queste informazioni siano accurate. In caso affermativo, ipotizzando i miglioramenti energetici offerti dal processore, la durata della batteria potrebbe essere più o meno la stessa dei modelli attuali.

    SARANNO I PRIMI IPHONE 5G

    Gli iPhone 12 saranno anche i primi iPhone con supporto alle reti 5G, questo sembrerebbe essere certo. Secondo le indiscrezioni circolate finora, tutti gli iPhone 2020 saranno dotati di connettività 5G ma probabilmente non tutti supporteranno le mmWave.

    Il modem verrà fornito da Qualcomm con cui Apple ha stretto un accordo nei mesi scorsi dopo la resa da parte di Intel da cui la società di Cupertino ha poi acquisto la divisione mobile.

    Il modem in questione dovrebbe essere il Qualcomm X55 già utilizzato da molti produttori anche se non mancano indiscrezioni circa la possibile adozione del nuovo modem X60.

    PREZZI

    Stando alle indiscrezioni del solito Prosser, iPhone 12 avrà un prezzo d’ingresso di 649 dollari, il più basso che Apple abbia mai raggiunto per un iPhone con pannello OLED. Il costo varierà da 649 a 1.099 dollari per i tagli base di memoria:

    • IPhone 12 da 5,4 pollici: 649 dollari
    • IPhone 12 Max da 6,1 pollici: 749 dollari
    • IPhone 12 Pro da 6,1 pollici: 999 dollari
    • IPhone 12 Pro Max da 6,7 pollici: 1.099 dollari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TO TOP
WhatsApp Contattaci